Paure e campane di vetro

Oggi è stata una giornata faticosa. Alle 9.30 uno scossone mi è arrivato dritto in testa e mi ha lasciata tesa e ansiosa tutto il giorno.

Sono arrivata a casa e l’unica cosa a cui pensavo era mettermi sul divano immobile per non provocare Menny bastarda.

Poi mi sono detta che no, non era giusto. È così ho alzato quella campana di vetro sotto cui mi rifugio ogni volta che ho paura di star male e sono andata al mare con Dani. Gli ho detto che non ero in forma smagliante ma non mi sono trasformata in vittima. Mi sono messa il costume e via.

Fanculo ansia. Fanculo Menny.

Quanto mi rimette in pace con il mondo buttarmi in acqua e non pensare più.

6 pensieri su “Paure e campane di vetro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...