Fantàsia e il nome

Riflettevo su quanto sia importante dare un nome a quello contro cui si combatte. Renderlo effettivo, reale. Sapere quello contro cui si lotta, averlo ben chiaro in mente, sapere cosa ci si deve aspettare. Per me uscire dall’incertezza è stato un po’ un nuovo inizio. È coinciso con l’accettazione di dover convivere con lei per sempre, di essere un po’ in balia delle sue decisioni. Di dover accettare le sue visite a sorpresa, sempre molto indesiderate.

Ecco, credo davvero che la cosa peggiore non sia stata sapere di avere una malattia. La cosa peggiore è stata dover convivere con essa quando ancora nessuno le aveva dato un nome.

(Mi sento molto Fantàsia nel finale de “la storia infinita”. L’unico modo di Bastian per salvarla era dare un nome all’imperatrice, avete presente?)

Annunci

3 pensieri su “Fantàsia e il nome

  1. A dir la verità la tua malattia con annessi e connessi ha un nome bellissimo e terribile; per chi non sia un medico come me potrebbe addirittura apparire il titolo di un romanzo d’amore, uno di quelli pieni di sorprese rimpianti….Vertigini infinite.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...